La Magna carta di Loyola

Celebrandosi oggi, 31 luglio 1956, in Loyola, il IV° centenario della morte di S.Ignazio, questa dichiarazione, approvata all’unanimità dal Congresso Mondiale degli Ex Alunni dei Padri Gesuiti, intende esprimere solennemente tutta la gratitudine che gli Ex Alunni sentono per i Padri, loro antichi educatori. Questo documento consacra egualmente le relazioni di filiale devozione degli aderenti al Movimento
internazionale degli Ex Alunni verso la Compagnia di Gesù e nessuna Federazione potrà appartenere a tale Movimento senza avere esplicitamente dichiarato di accettarne i principi.

Il Movimento internazionale degli Ex Alunni domanda al Molto Reverendo Padre Generale di volere, nella Sua paterna bontà, nominare un Consigliere ecclesiastico, suo delegato, presso il Movimento, per orientarlo nei suoi propositi e nelle concrete attività e per indicare i nobili fini che possono essere raggiunti, in modo tale che in nessun momento e sotto nessun pretesto gli Statuti e le attività del Movimento siano di tal natura da non poter essere approvati dalla Compagnia, o vengano a trovarsi in contraddizione con i suoi principi o con le sue norme d‟azione.

L’assistenza di un Consigliere ecclesiastico, delegato dal Molto Reverendo Padre Generale, è essenziale per la vita del Movimento Internazionale e di conseguenza l‟eventuale ritiro del Padre Delegato porta con sé la dissoluzione dell‟Unione Internazionale.

Per mezzo dei suoi legittimi rappresentanti, il Movimento si impegna a conservare e perpetuare in mezzo agli Ex Alunni un‟affettuosa devozione verso i Padri, loro antichi educatori, ed una sincera adesione ai principi che furono inculcati. Il Movimento, che deve la sua vita a questa fiamma animatrice, si obbliga alla più filiale deferenza nei casi in cui la Compagnia giudicherà compromessa la sua responsabilità, anche solo morale, per il semplice appellativo di Ex Alunni della Compagnia.

Il Movimento considera come particolare elemento di onore dimostrare praticamente l‟attaccamento filiale degli Ex Alunni verso coloro che sono stati i loro educatori e collaborerà allo sviluppo delle opere della Compagnia facilitando la creazione di quelle che essa desidera: in particolare lavorerà per la prosperità sempre maggiore dei Collegi ed Istituti dei Padri Gesuiti.

Il Movimento infine si impegna a conservare nei contatti internazionali degli Ex Alunni i vincoli più fraterni; e ciò come mezzo per l‟avvicinamento progressivo tra i popoli e per continuare nelle Associazioni il lavoro di formazione e di cultura ricevuto nelle Scuole dei Padri Gesuiti, al fine di dare alla società uomini preparati a lavorare per il bene comune.