P. Florin Silaghi nuovo Direttore di Fe y Alegría Italia

(fonte sito educazione.gesuiti.it)

Il Padre Provinciale ha nominato il Padre Florin Silaghi S.I. Direttore nazionale di Fe y Alegría Italia, a partire dal 1 settembre 2019. Subentra al Padre Vitangelo C.M. Denora S.I., che ha accompagnato e fatto crescere questa bella realtà nel ruolo di Direttore Nazionale e Rappresentante comune della Rete Fe y Alegria Italia.

Padre Florin Silaghi S.I.

Il P. Florin è nato a Satu-Mare in Romania nel 1975 e, dopo il liceo, è entrato nella Compagnia di Gesù. Dopo il Noviziato ha seguito la formazione classica dei gesuiti: triennio di filosofia (in Italia), magistero nel campo socio-educativo (Romania-Ungheria), primo e secondo ciclo di teologia (in Francia), studi speciali in Cinema (ha lavorato anche alla Loyola Productions Inc. a Los Angeles, USA) e terzo ciclo di teologia (in Romania). Ha ricoperto diversi incarichi quali delegato per i mass-media, collaboratore JRS, delegato per le vocazioni, presidente del Signis Romania, cappellano al Centro Schuster (a Milano, dal 2018). Risiede a Milano, nella comunità di Villapizzone.

Fe y Alegría Italia nasce dalla risposta a un bisogno molto concreto, legato all’immigrazione latino-americana, che presentava una straordinaria opportunità: gli immigrati latino americani, ed in particolare gli equadoriani, potevano attraverso un accordo con IRFEYAL (Istituto radiofonico Fe y Alegria) continuare i loro studi in Italia. Il 16 settembre 2001 nacque così in Italia, a Roma, la prima scuola che ha iniziato a operare con l’accordo con IRFEYAL-Ecuador (una delle scuole popolari del vasto circuito Fe y Alegria), che garantiva presso il Ministero dell’Educazione Ecuadoriano il riconoscimento del titolo di studio rilasciato.

Nascono così in Italia tre scuole (dopo la prima scuola di Roma vennero create quasi subito quella di Milano e, infine, Genova) che permettono di studiare a giovani a rischio di dispersione scolastica (per una difficile integrazione nel contesto della scuola italiana) e a giovani adulti che, all’interno della loro storia di immigrazione, riprendono il desiderio di fare qualcosa per loro stessi e per la loro formazione. Le scuole rispondono a questo bisogno e si comincia una storia molto bella che stanno vivendo anche oggi.

Si forma fin da subito un bel gruppo di professori, molto ben preparato e con una grande dedizione, provenienti da Italia, America Latina e Spagna, affiancato da molti collaboratori laici e da persone consacrate. La provenienza da molti paesi e culture diversi crea quasi naturalmente un ambiente interculturale nel quale tutti si muovono fluidamente e a proprio agio, con una ricca convivenza, grande semplicità e rispetto reciproco.

Nel 2011 si sono celebrati di primi 10 anni di Fe y Alegria in Italia, ricordando le oltre 1.500 persone che hanno studiato in questo primo periodo grazie a questa istituzione.

Gli anni successivi sono stati occasione per un intenso lavoro di consolidamento, che ha riguardato diversi aspetti fondamentali, quali la formazione dei docenti (il primo corso per i Docenti risale al 2013), la costituzione delle tre cooperative sociali (una per ciascuna scuola) e l’accordo di rete nel 2014, l’adesione alla Fondazione Gesuiti Educazione, percorsi di formazione e aggiornamento sistematici e coordinati, l’adesione alla Federazione Internazionale delle scuole di Fe y Alegria nel 2016. Un lungo percorso, un immenso lavoro (non privo di difficoltà e sfide), un altissimo valore derivante dell’esperienza concreta di questa realtà, con una importanza significativa e crescente non solo nella nostra rete Gesuiti Educazione all’interno della Provincia Euromediterranea della Compagnia di Gesù, ma anche a livello europeo.

“E’ commovente – dichiara P. Vitangelo Denora S.I. – sentire le storie di questi ragazzi che non si fermano alle difficoltà dell’immigrazione e che riprendono a sognare una vita più degna e che credono che l’educazione può cambiare le cose e può trasformare la loro vita e la società tutta. E’ bello vedere i professori che, tutti lavoratori in altri settori e molti a loro volta immigrati, dedicano il loro tempo libero al servizio dei ragazzi, e investono passione ed energie per accompagnare la loro crescita come persone.

“Posso testimoniare che – prosegue P. Vitangelo – fin dall’inizio del cammino, la “FE” e la “ALEGRIA” sono sempre state esperienze quotidiane che si concretizzano nella condivisione dell’Agape cristiana: solidarietà e mutuo riconoscimento, collaborazione effettiva e affettiva, con il proposito di generare relazioni in grado di forgiare una società nuova e differente”.

“Dalla formazione che ho ricevuto finora – afferma il P. Florin – mi sono reso conto che il bisogno di essere educati scaturisce dalla sete di essere liberi, per assomigliarci sempre di più a Colui che ci ha creati a Sua imagine. Ora, da ciò che ho cominciato ad intuire dai primi contatti con Fe y Alegria, vedendo questa realtà ho avuto la prova del fatto che, per far crescere dei grandi cuori, ci servono degli strumenti allegri e pieni di fede”.

Grazie P. Vitangelo per il tuo lavoro in questi anni e buon lavoro a P. Florin!