Il Ruggito: Attualità tra i banchi

Da Tuttoleone 01-2022, il primo numero de “Il Ruggito: la rubrica in cui si racconta la vita del Leone da chi ogni mattina lo fa ruggire al suono della campanella”

Taci!
Non ti azzardare!
Ma ti pare?
Non puoi scrivere certe cose!

Queste sono le assertive frasi che i principali responsabili dei mezzi di comunicazione in alcune parti del mondo si sentono ripetere da ormai settimane.

Per questo nasce “Il Ruggito”, una rubrica scritta da studenti – la voce, o meglio, il richiamo di chi, il Leone, lo vive tutti i giorni.

Ci siamo dunque interrogati su cosa effettivamente il Leone XIII abbia circa quel “di più” che è il magis dei padri Gesuiti.

Proprio per questo motivo, durante le ore di lezione, abbiamo accolto con entusiasmo l’iniziativa di molti professori che hanno deciso di sacrificare la nozione accademica in favore di qualcosa che ci prepari a vivere il futuro.

Sentiamo spesso ripetere che la scuola non prepara alla vita ma nel corso di quei minuti abbiamo realizzato quanto abilmente la nostra scuola abbia saputo dimostrare il contrario.

Con autentica speranza ci auguriamo che l’attualità possa prendere d’ora in avanti un ruolo portante nella conduzione delle nostre realtà quotidiane.

Per vivere il futuro bisogna conoscere il passato, ma quanto sarebbe bello poter saper leggere il presente? Per questo motivo, il prof. Tenconi, facendo un accurato giro delle classi, ha assunto l’onere di districare con cura visioni di mondo che eravamo convinti ci appartenessero.

Gli eventi che però ci hanno colpito di più sono stati quelli avvenuti nel corso di regolari ore di lezione: dimostrazione che la Persona, dinnanzi alla sempre importante Nozione, si trova su un gradino più elevato.

Insegnanti che dedicano tempo per analizzare un telegiornale o anche solo per condividere un’opinione personale sono speciali, oltre che formativi.

Che cosa ha spinto dei giovani studenti a scegliere proprio “l’attualità tra i banchi” come tema principale del primo articolo di questa rubrica? La fase della vita che siamo tenuti a vivere in cui il presente diventa materia sacra perché mai come oggi viviamo un tempo di incertezza.

Ed ecco che di fronte alla drammaticità della situazione internazionale, gli studenti, attenti e rapiti, forse per la prima volta trovano il senso di ciò che studiano nell’Oggi.

Vivere con occhi nuovi lo smarrimento di Ulisse in mezzo al mare, provare la medesima ira di Achille alla morte di Patroclo oppure furenti morire con la regina Didone, cedendo il passo alla costante percezione di impotenza provata da Renzo e Lucia che, a loro volta, sfuggono alla brama di notizie di Perpetua o di Donna Prassede.
E mentre le Moire fanno strage in luoghi a molti ignoti, la Fama, creatura alata, ci conduce con sé fino ad acquisire consapevolezza di quanto sia prezioso avere ogni giorno l’opportunità di apprendere gli strumenti per tentare di far dialogare Passato con Presente e Futuro.

Accademia con Vita: l’attualità tra i banchi.

La redazione de “Il Ruggito”