Studiare quattro mesi a New York

Da Tuttoleone 04-2019, una nuova meta nelle opportunità formative del Leone XIII nel racconto dei nostri ragazzi

(da Tuttoleone 04-2019)

La statua della Libertà, simbolo di New York

La rete di contatti che il Leone XIII tesse da molti anni in Europa e in America per offrire sempre più numerose e valide opportunità formative ai suoi studenti, si è arricchita recentemente di una nuova meta, la Fordham Preparatory School annessa all’Università di Fordham, a New York.

Si aggiunge così alle altre scuole in cui il Leone favorisce un percorso lungo di studi al quarto anno: i collegi americani di San Francisco e di Dallas, il collegio inglese di Stonyhurst, boarding school internazionale che permette di sperimentare un intero anno di studi del percorso IB, il vicino collegio di Sheffield

Nuove destinazioni si affacciano all’orizzonte in regioni degli USA meno consuete ma altrettanto interessanti…

Credo che sia affascinante per un ragazzo sapere che quando apre la porta del Leone, apre nel contempo tante altre porte, accedendo ad una rete in gran parte da esplorare, ci dice il preside Vincenzo Sibillo. Ci sono più di 800 scuole dei Gesuiti nel mondo, una ricchezza straordinaria di storie, persone, culture… I collegi dei Gesuiti in oriente e nel sud del mondo sono ancora da conoscere… possono diventare punti di osservazione inediti su di noi e sul nostro futuro. E poi, nella diversità, condividiamo tutti la stessa impronta educativa, lo stesso messaggio “formare uomini e donne per gli altri”, in qualunque lingua sia scritto. Questo ci avvicina. 

La Fordham Preparatory School

A Fordham, ospitati in famiglia, stanno studiando per un quadrimestre (agosto – dicembre) due studenti del IV anno dei Licei, Edoardo e Francesco. Abbiamo chiesto ai nostri ragazzi di mandarci qualche impressione dell’esperienza che stanno vivendo. Ve le presentiamo:

Qui alla Fordham Prep è presente un’ampia scelta di materie, a tre livelli di difficoltà: regular, honors e AP (Advanced Placement). Questo permette agli studenti di scegliere cosa studiare e a che livello.

La giornata a scuola consiste in otto periodi da 40-45 minuti, cambiando sempre l’aula. Il vantaggio di questo sistema è che la giornata sembra passare più in fretta rispetto a quella del Leone dove per la maggior parte delle volte si rimane per sei ore nella stessa classe. Lo svantaggio però è che cambiando sempre aula e quindi compagni tutte le ore, fare nuove amicizie è più difficile.

Per quanto riguarda la famiglia ospitante, mi sento veramente fortunato. È aperta a tutte le mie richieste e fa di tutto per rendere la mia esperienza il migliore possibile.

La scuola è situata nel Bronx: questo potrebbe spaventare alcune persone, ma il liceo fa parte del campus della Fordham University quindi gli studenti non sono esposti a rischi. Molti Italiani, quando sentono la parola New York, pensano solamente a Manhattan, ma non è così. A meno che la vostra famiglia risieda lì, non vivrete tra i grattacieli. La maggior parte degli studenti vive nel Westchester County, contea a nord del Bronx. La mia famiglia abita proprio in quella contea, ad Eastchester. Non è vicino a Manhattan, ma grazie alla linea di treni “Metro-North” in breve sarete in centro a New York, e considerando la grandezza della città non è troppo.

Edoardo Dellachà
IV Liceo Scientifico

In classe: un momento di una lezione alla Fordham

Mi chiamo Francesco, sono uno studente di quarto anno del Liceo Scientifico del Leone e sto trascorrendo quattro mesi qui a New York, frequentando sempre una scuola gesuita, il Fordham Prep. Ero entusiasta di partire, ma un po’ ansioso come chiunque si appresti ad una tale esperienza, immagino.

Per fortuna la famiglia che mi ha accolto si è dimostrata ospitale e molto gentile fin dal primo giorno. Anche a scuola tutti i compagni e i professori sono subito stati ben disposti nei miei confronti.

La scuola qui offre tantissime opportunità sia accademiche che extra scolastiche: ci sono squadre per qualunque sport possiate immaginare e altrettanti club pomeridiani. Per esempio io mi sono iscritto ai club di ingegneria e in palestra; inoltre dopo due anni ho ricominciato a suonare il clarinetto nell’orchestra della scuola.

Sotto il profilo accademico la scuola offre un curriculum che comprende tantissime classi: lingue straniere, lingue classiche, storia del mondo, americana, antica europea e anche altre, e poi matematica e scienze naturali, e ciò per tutti i livelli, che uno voglia scegliere un corso leggero o uno stimolante, la scuola li offre tutti. I miei corsi sono: Ap Chemistry, Ap Language and Composition, Religious Studies, Latin 4, Ap Calculus, e Aeronautical Science. 

E poi la scuola, che si trova dentro il campus della Fordham University, è a soli 20 minuti di treno da Manhattan, e da lì si può andare dovunque. Da quando sono qui ho visitato la Grande Mela quattro volte, la mia famiglia poi mi ha portato in Delaware e in Pennsylvania una volta e proprio in questi giorni sono andato a vedere Princeton.

Francesco Straniero
IV Liceo Scientifico